Chiesa della Salute

Festa della Madonna della Salute a Venezia, un evento da non perdere

La Festa della Madonna della Salute è un appuntamento tradizionale nella vita veneziana che il 21 novembre di ogni anno vede centinaia di veneziani dalla città, dalle isole e dall’entroterra, iniziare un lungo pellegrinaggio per percorrere un ponte di barche e giungere alla chiesa protagonista di questa sentita ricorrenza.

Ma attenzione, qui non ci si limita al solo pellegrinaggio: la Festa della Madonna della Salute è una vera e propria occasione per festeggiare in compagnia!

Storia, leggenda e tradizione

Questa manifestazione folcloristica prende nome dalla chiesa che si affaccia sul Canal Grande dedicata alla Madonna della Salute. Venne costruita nella seconda metà del ‘600 per celebrare la fine della grande peste che tra il 1630 e il 1631 decimò la popolazione veneziana.

Secondo la leggenda, la peste durò circa due anni, e nel novembre del 1631, dopo tre giorni di processione, la malattia fu debellata dalla città.

Il Doge decise di erigere una chiesa alla Madonna per la grazia che la città aveva ricevuto.

Da allora, ogni anno, il 21 novembre i veneziani ripercorrono il tragitto attraversando un ponte temporaneo fatto di barche che va da una riva all’altra del Canal Grande, per raggiungere la celebre chiesa; una volta giunti ci si appresta ad accendere un cero per chiedere la buona salute per i propri cari.

Uno degli eventi più sentiti

Questo evento non è solo un momento religioso fortemente sentito ma è una delle più vive occasioni di socialità dei veneziani.

Dopo la processione è usanza incontrarsi con gli amici e i conoscenti per iniziare un giro tra i tanti bacari veneziani. In queste caratteristiche osterie si è soliti bere il tradizionale “goto” di vino Doc Venezia e mangiare sfiziosi cicchetti, ma la vera chicca è tradizionale piatto detto “castradina” che viene preparato esclusivamente per questa festività.

Un’esperienza di convivialità che vi farà entrare in una delle ricorrenze più sentite della comunità veneziana.

Ad ogni evento il suo piatto!

La tradizione vuole che questo sia il giorno della “castradina”, piatto tipico dell’occasione che troverete solamente il 20 e 21 novembre nelle varie osterie. Il piatto prende nome dalla carne di montone castrato che, in ricordo della processione, viene bollito per tre giorni (in realtà 3-4 ore) assieme a verze, cipolle e vino.

Un piatto sostanzioso e corroborante per le giornate nebbiose e fredde di novembre, meglio se accompagnato ad un buon calice di merlot DOC Venezia.

Per chi non amasse questo sapore deciso consigliamo una gustosa fritturina di pesce, anche da passeggio!

Curiosità

Lo sapevate che la chiesa della Madonna della Salute è una delle poche chiese di forma circolare a Venezia? E che è una delle poche chiese veneziane in stile palladiano? Solo per questi due motivi merita una visita. L’edificio fu realizzato da Baldassare Longhena che volle creare un edificio che avesse la base che ricordava una corona.

Imponente e regale, la chiesa si trova nell’area finale del Canal Grande e da qui si possono ammirare piazza San Marco e l’isola di San Giorgio. Punto ideale per una foto ricordo.

 

   monatto     ponte

SalvaSalva